Si voltapagina! Quante volte l'abbiamo detto o abbiamo desiderato di farlo? Sicuramente ogni giorno vissuto è una pagina voltata. Le parole che abbiamo detto, le emozioni vissute, le passioni che hanno animato le nostre idee stanno nell'archivio di una realtà virtuale che è il passato. Si, voltapagina è lo spazio che diamo al futuro lasciando che entri in noi e ci faccia vivere. Dovrei scrivere quali sono gli intenti del giornale di ECAD ma come dice il titolo stesso si voltapagina e quindi anche le parole introduttive come direttore non possono essere che nuove diverse. Ma diverse da chi? Diverse da noi. Così niente dissertazioni su intenti e su come vogliamo un giornale web. Si, si voltapagina! E dobbiamo sorprendere per prima cosa noi stessi. Guardando con strumenti nuovi al mondo reale e al mondo virtuale che ci anima.Se anche voi, lettori vorrete sorprendervi fatelo leggendoci. Se invece, volete collaborare con noi sorprendetevi scrivendoci. Vittorio Pavoncello

     
Search for
 
          

Loading...

ORMETE è un progetto che vuole raccogliere voci e sguardi che rischiano di rimanere costretti nel silenzio della storia, per recuperare, attraverso i racconti del teatro, il teatro stesso e la società che lo ha espresso.La prima fase del progetto ORMETE è dedicata a L'TALIA A TEATRO. 1960-1980: venti anni di storia orale. www.ormete.org ORMETE è un progetto che vuole raccogliere voci e sguardi che rischiano di rimanere costretti nel silenzio della storia, per recuperare, attraverso i racconti del teatro, il teatro stesso e la società che lo ha espresso.La prima fase del progetto ORMETE è dedicata a L'ITALIA A TEATRO. 1960-1980: ventanni di storia orale. www.ormete.org                             
 

 

MAGAZINE

Articoli da giornali e riviste messi a disposizione dei nostri lettori. Sperando che dopo averli letti noi, siano per voi dei veri diletti per la critica e la fantasia.

Segnalazione di mostre, interviste agli artisti, note di critici, tutto quello che l抋rte fa per te. Tutto ciò che l'arte fa per altri fini speriamo finisca presto.

Il nostro screening  per tutto ci?che riguardo lo screen , non solo da vedere, ma anche da leggere e soprattutto da capire. Alcune cose che il cinema macina viste da un posto in ultima fila perch?siamo anche liberi di non restare.

Immagini, scatti d'autore e autori scattanti per promuovere photos. Ma anche articoli e storie di quell'arte che ha così ribaltato le nostre visioni.

Questa di ECAD vuole essere una camera dove si ascolta la musica che si ascolta e che spesso è un po' troppo mera.  La musicadamusi che non ci piace granchè.

Spesso il teatro ?andato in cerca di un'idea per rinnovarsi, rilanciarsi, rivivere come una delle più comunicative forme d'arte. Teatrovate vuole porsi sulle tracce.

Autori che ci piacciono e quelli che siamo onorati di ospitare su queste nostre pagine. Ci racconteranno di tutto quello che vogliono. Noi li leggiamo con piacere. Oppure a volte ne commentiamo gli  scritti.

 

Vite di artisti, scrittori, intellettuali, ma anche di gente che non ha altro che una vita insolita,oppure la solita vita, da raccontare o da far vedere. Profili ? una finestra sul mondo di tutti.

Poesia come concreta esperienza del mondo attraverso la parola. poesia come creazione del mondo. poesia come  invenzione del mondo. il mondo come grande alfabeto ed enciclopedia di poesie.

specchio piano

Ovviamente tutto ciò che fa riflettere. Prima dello specchio uno dei modi per conoscere l'immagine di qualcosa era l'acqua stagnate. Specchiopiano per togliersi da tutto ciò che ristagna.

culture

Tutto ciò  che crea coscienze

 

 

annamaria_meoni  PUNTI DI VISTA Arte e Psicoanalisi di Anna Maria Meoni 

sandro_giacchetti  LA ZEBRA racconti e altro... di Sandro Giacchetti

giorgio_pacifici  LA PORTA DEI LEONI sociologie di Giorgio Pacifici

claudia_erao  UNA DOMANDA IN TASCA filosofie e arte Claudia Erao

 angela_cannizzaro FOTOGRAMMI notizie di celluloide

silvia_cutrera  Silvia Cutrera Arte e Disabilita'  

anna_foa  Anna Foa   L'Angolo del Giallo

fabrizio_natalini  Fabrizio Natalini Racconti a puntate

marco_diani  Marco Diani Zelig

 

REPORT con la penna e con lo sguardo

manuela_consonni  Israel       di  Manuela Consonni     

eric_vassal  Paris        di Eric Vassal    

raimonda_murmokaite  Lithuania di Raimonda  Murmokaite

indrimi  New York di Natalia Indrimi

 

PUBBLICAZIONI 

I soggiorni di Freud ad Orvieto: autoanalisi verso la Psicoanalisi

PROGETTI

Oralità MEmoria TEatro =  ORMETE

VIDEO

DREYFUS  lo spettacolo intero al Saloncino della Pergola

EuropAfrica video

 

NEWS

Il nuovo bando del Premio Teatro e Disabilità III   bando pdf

Anna Foa boicottiamo la volgarità

Teatro Cinema e Shoah Vincitori  IV edizione        pdf  

Il Coro Ha Kol cerca cantanti info al sito

Giornata del rifugiato

   

 

Vittorio Pavoncello Spam Story

Raccogliendo e incastrando fra loro numerosissime e-mail misteriosamente arrivate su un computer, Spam Story ricostruisce la storia di Claro, danzatore quarantenne, che un grave incidente ha costretto a cambiare radicalmente vita e fare ritorno a casa dopo anni di lontananza

Leggi tutto

Anna Foa Diaspora

Novecento che racconto comincia dal 1880 circa e finisce con gli anni Settanta del Novecento. Si apre con l'imigrazione in America e si chiude con la perdita d'importanza dell'europa e l'affermarsi sempre maggiore del mondo ebraico americano e di Israele...

Leggi tutto

Carrisi AFRICA

Fin dai tempi più remoti l'Africa è stata terra di conquista, e gli interessi stranieri ne hanno impedito il consolidamento in Stati, seminando guerre, miseria e morte. Oggi, agli inizi del xxi secolo, dopo anni di promesse dell'Occidente, spesso tradite dai fatti...

Leggi tutto

Laura De Luca Bigodini

Anche una casalinga può commuoversi, pensare, contemplare...Nonostante l'abbrutimento, la schiena bassa, il contagio quotidiano con lo sporco.Cosa rende grande una donna, quando ?grande?

Leggi tutto

Vittorio Pavoncello il serpente nel Big Bang

Come erano i serpenti prima che la punizione divina si abbattesse su di loro trasformandoli geneticamente in esseri striscianti? La costola di Adamo da cui nacque Eva era il prototipo di una cellula staminale? Fuori da ogni teoria creazionista il testo mette in luce alcuni difficili rapporti e percorsi di pensiero fra Scienza e Fede...

Leggi tutto

Anna Foa via del Portico 13

Una antica casa medioevale ormai degradata, un vasto cortile rinascimentale. E’ qui che il 16 ottobre del 1943 i nazisti arrestano più di trenta ebrei, un terzo dei suoi abitanti, tra i più poveri della Comunità Sono per lo più vecchi, donne e bambini. Altri quattordici saranno catturati nei mesi successivi. La storia che racconta Anna Foa...

Leggi tutto

Furio Colombo Athos De Luca Vittorio Pavoncello Il paradosso del giorno della memoria

Il Giorno della Memoria, nato in Italia nel 2000, è divenuto nel 2005 ricorrenza riconosciuta dall’ONU per ricordare la Shoah e i perseguitati politici. A 14 anni dalla sua istituzione mentre conosce un consolidato tributo da parte di istituzioni, scuole e persone, è anche fonte di critiche molto diverse fra di loro.

Leggi tutto

Donatella Orecchia La sala Umberto

La Sala Umberto ha una lunga storia: dalla fine dell'Ottocento attraversa l'intero Novecento e fino ad oggi, la vita di questo teatro ha percorso l'arco di tre secoli. Sul suo palcoscenico si sono esibiti i più importanti artisti del varietà degli anni Dieci e Venti, da Petrolini a Maldacea, da Viviani a Totò da Spadaro a Gill alla Fougez; le vedettes del teatro di Rivista negli anni Trenta, il jazz nero...

Leggi tutto

Anna Foa Vittorio Pavoncello Cicerone

La pièce teatrale di Anna Foa e Vittorio Pavoncello si apre cogliendo Cicerone in un giorno fatale: le Idi di marzo del 44 A, mentre intento ad istruire un giovane discepolo nell’arte della retorica a.C. nella filosofia gli viene annunciata dal fratello Quinto la morte di Cesare. Cicerone va a testa bassa contro Antonio...

Leggi tutto

Silvia Cutrera Vittorio Pavoncello La mia storia ti appartiene

Una testimonianza delle condizioni sia sociali sia pratiche nelle quali le persone con disabilità vivono.Racconti forti, drammatici, umani, ma anche gioiosi ed appassionati, che spiegano le ragioni di quello che potrebbe essere definito un piccolo Stato europeo

Leggi tutto

Giorgio Pacifici Le maschere del male

Il problema del male ricorre costantemente perché il male come "insieme" (come attore, fatto o processo) è sempre stato compresente alla storia dell'uomo. È la parola con più significati e più ambiguità di ogni altra. Soprattutto è la elusiva definizione di qualcosa che sfugge ogni volta, con un'astuzia inattesa, alla definizione.

Leggi tutto

Emanuela Garrone Realismo neorealismo e altre storie

Il volume ripercorre le vicende storiche, artistiche e culturali italiane del secondo dopoguerra. In questo periodo storico gli intellettuali e gli artisti svolgono un ruolo di primo piano nella società, diventandone la coscienza critica attraverso correnti quali il Realismo letterario e figurativo e il Neorealismo cinematografico.

Leggi tutto

Claudia Erao L'acqua dei diamanti

L'acqua dei diamanti è un libro di formazione in cui personaggi eccellenti come Yourcenar, Michelangelo, Wiesenthal, Seneca e Alda Merini sono ripresi nell'atto finale…

Leggi tutto
" style="left: 0px; top: 0px" class="auto-style64" />

Parole Escluse di De Luca - Onirige - P.Presicce - Pavoncello - Pelli - Zanarella

In un mondo che straparla, sono troppe le parole escluse, e con esse i soggetti emarginati, le sterminate folle dei senza voce. Sei poeti tra loro

Leggi tutto
p
" style="left: 0px; top: 0px" class="auto-style64" />

SHYLOCK E IL SUO MERCANTE a cura di Vittorio Pavoncello

Il Mercante di Venezia su di un piano etico, religioso e legale, ben si accosta, per i conflitti che mette in gioco, ai grandi quesiti irrisolvibili dell’uomo e che afflissero Edipo o Antigone. Shylock il feroce ebreo, ci parla, oggi, come un “escluso”...

Leggi tutto
       
       

 

 

 

SNOVA: una antologia

 

 

 Snova apr?il suo ufficio postale (Corrispondenze da Snova. Lettere da una posta in stato d抋llarme.com) il 5 febbraio 2008. L抲fficio postale ?di per s?un luogo di scambio, di contatto, di transito di idee. Un luogo aperto, capace di assorbire e reagire al contesto intorno. Snova aveva aperto due anni fa un ufficio in stato di allarme (vedi la prima newsletter che riproponiamo in apertura) in un contesto culturale e politico che allora segnalavamo con preoccupazione e che oggi appare ancora pi?violento e aggressivo: il tessuto sociale pi?disarticolato, l抋ttacco alle istituzioni democratiche sempre pi?frequente, la strategia volta a di indebolire i luoghi della formazione culturale e civile (la Scuola e l扷niversit? sempre pi?determinata, la 憄olitica? sempre pi?delegittimata. Certo le reazioni ci sono state e ci sono e il conflitto sociale ha ripreso in parte a segnare questo ultimo anno; ma di pari passo il tiro si sta alzando: la violenza aumenta, il ritorno a forme di intolleranza razzista e a un nazionalismo violento si moltiplicano; la crisi economica rende pi?fragili molte  categorie e pi?disposte al ritiro nel privato, all抜ntolleranza nei confronti del diverso (e straniero) e all抋desione ad appelli populistici. In questo contesto Snova ha deciso di creare un momento di sintesi del proprio percorso, nel tentativo, fra l抋ltro, di rispondere a uno stato di frammentazione al quale la rete inevitabilmente costringe e a una necessaria riflessione di quanto fin qui fatto. Una sintesi senza nuovi interventi, per ripartire da un punto concreto e condiviso, con la continuit?e le discontinuit? che si renderanno necessarie.

Nell'inviarvi questa "collezione" di testi vogliamo segnalare un momento di passaggio: un modo per passare al vaglio quanto prodotto sinora, e un modo per guardare avanti. A proposito invitiamo chiunque voglia partecipare al nostro progetto a contribuire. Saremo felici di accogliere eventuali proposte esterne. 

Massimiliano Borelli ?Katia Cappellini ?Gianmarco Mecozzi ? Donatella Orecchia      www.corrispondenzedasnova.com   cdasnova@gmail.com

 

 

 

Redazione Contatti