RAI  TECHE  DOCUMENTARIO  

 “Donne del ‘900”

di Silvana Palumbieri

 

Inno appassionato del novecento femminile, ritrovamento poetico e minuzioso  di meravigliose  immagini individuali e collettive, scene da un secolo di donne  italiane.  

In  lotta per cambiare la condizione femminile, l’uguaglianza  nel suffragio, la parità  di   accesso, salario e  ruoli di responsabilità nel lavoro; la conquista del diritto di scegliere cosa fare del  proprio corpo,  come proteggerlo nel lavoro e  nella maternità; fare  leggi per  liberarsi  da vincoli matrimoniali costrittivi.

Presenti negli avvenimenti sociali e politici, protagoniste della vita pubblica e privata, nella maternità e nella cura dell’infanzia nella conduzione della  sfera familiare, attive nel  lavoro dipendente e artistico. Esercitano rilevanti influenze nel costume, nella moda, nella cosmesi, nell’oreficeria.  

Si manifestano coi nuovi  mezzi di  trasporto e di comunicazione.

Sono la forza vitale dell’amore e del matrimonio.

Si rincorrono immagini di sarte, tabacchine, vendemmiatrici, operaie, maestre, commesse, segretarie, informatiche, bancarie, scienziate, giornaliste, magistrate, avvocatesse, hostess, pilote, soldatesse e politiche.

Coi bagliori  delle più famose: Maria Montessori, Grazia Deledda, Anna Magnani, Nilde Jotti, Rita Levi Montalcini, Gina Lollobrigida, Carla Fracci, Maria Novella Calligaris, Emma Bonino, Emma Marcecaglia.

Silvana Palumbieri è  autrice e regista di oltre 40 documentari strutturati con i materiali di  Rai Teche che  hanno partecipanti e vinto premi ai più importanti festival europei  del documentario. E presentati in sedi istituzionali, sono stati poi trasmessi  trasversalmente nelle diverse Reti  Rai, Rai Storia, Rai International, RaiNotte, RaiTre, RaiSat, RaiMed, Rai Quirinale. Prima è docente di Storia dell’Arte  presso l'Accademia delle Belle Arti di Roma. In questi anni è relatrice  in convegni all’ Università di Napoli,  all’Università della Tuscia, a RomaTre/Facoltà Scienze Formazione e   all’Università Sapienza/ Facoltà Scienze Comunicazione, dove ha tenuto lezioni sul linguaggio dei generi  televisivi.