Search for
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cetta Petrollo

 

Recitativi d’amore

 

Sembrano più delle preghiere, dei mantra che invece di parlare i sentimenti li evocano; forse per comprenderli forse per dominarli dopo esserne stati sopraffatti.

Spesso si parla di assenza come di una situazione che avvolge sempre le nostre anime e le immerge nella nostalgia di qualcosa che non c’è. Per i Recitativi d’amore di Cetta Petrollo quella assenza è data dal non esserci più, non dell’amore né di chi ama ma dell’oggetto o della persona amata. Questa sparisce si è sottratta e spartisce con il poeta la sua stessa condizione:

e io che sono sempre assente da me

in parole

come farò dunque a sopportare l’assenza

 Sembrerebbe che la poetessa si dispieghi in un canto disperato o in una malinconica erranza nel vuoto senza aver mai vissuto nulla di ciò che le manca ma non è così perché la parola ricorda cose concrete, attimi e tempi vissuti. La parola cerca invece quando tutto iniziò, quando iniziò a parlare dell’assenza piuttosto di ciò che ancora le appariva davanti allo sguardo.

In questo doppio smarrimento la parola allora cerca di farsi musica e nel ricordare si fa nenia che addormenta e distende i sensi fino alla prossima ricerca di quando fu che tutto iniziò a farsi assenza.

 

 

 voltapagina vittorio pavoncello


Cetta Petrollo





















































































































































































































































































































































































































































































































































































 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cetta_petrollo

 

Sono nata a Roma nel 1950. Dirigo la biblioteca di Archeologia e Storia dell'arte di Roma e la biblioteca universitaria di Genova. Sono direttore del periodico Milleitalie dell'Associazione Amici delle biblioteche. Sono la vedova di Elio Pagliarani con cui ho percorso 38 anni di vita. Ho scritto qualche raccolta di poesia, fra cui, nel 1984 Sonetti e Stornelli ( ed. Tam Tam) con prefazione di Amelia Rosselli, nel 2001 Poesie e no ( Manni ed.), nel 2012, Passeggiata in due tempi con prefazione di Elio Grasso ( Roma, le Impronte degli uccelli), un romanzo " Senza permesso" e le raccolte di prose Il Salto della corda   (Manni, 2010), Te  la racconto così ( Perrone, 2012) , Viaggi genovesi ( Onix, 2013) e Recitativi d'amore e altre poesie (Manni , 2013). Insieme a Federico Sanguineti ho scritto Gioco e Dialoghetto rappresentati a Genova nel 2013 e nel 2014 e a Roma presso Il Teatro Vascello. Cosimo Budetta per Ogopoco ha pubblicato con me qualche edizione d'arte a tiratura limitata.  Hanno scritto sui miei testi : Amelia Rosselli, Walter Pedullà, Mario Lunetta, Tommaso Ottonieri, Francesco Muzzioli, Loredana Magazzeni, Paolo di  Paolo, Laura Lilli, Siriana Sgavicchia, Maria Grazia Calandrone, Paolo Carlucci, Marco Giorgerini, Silvia Redente,  Luciana Gravina, Roberto Milana, Elio Grasso , Giangiacomo Amoretti e Daniela Matronola.

 

 

libro_petrollo